homepage mappa email homepage lo studio chi siamo
Tensioni sullo spread, va a 290 punti Conte: difficile evitare il rincaro Iva
Mario Sensini - Corriere della Sera - pag. 2
La manovra 2020 e le elezioni europee continuano ad agitare l’Esecutivo. Il vice-premier Salvini insiste che lo sfondamento del 3% del deficit pubblico non è un tabù e questo è bastato a far salire lo spread che ieri ha toccato i 290 punti base, per poi chiudere a 284. Il premier Conte tranquillizza i mercati: ‘non c’è nulla di cui preoccuparsi, il Governo terrà i conti in ordine’. Conte ha aggiunto che: ‘evitare il rincaro dell’Iva non sarà facile’. Salvini insiste affermando che ‘l’Iva non aumenterà neanche di un centesimo’. Il responsabile dei conti pubblici, Giovanni Tria ha sottolineato che ‘il nervosismo dei mercati è ingiustificato, ma comprensibile alla vigilia di importanti elezioni. Gli obiettivi di finanza pubblica sono quelli proposti dal governo e approvati dal Parlamento. Il governo lavora perché questi obiettivi siano raggiunti nel quadro di una politica di sostegno alla crescita e all’occupazione’. Anche Luigi Di Maio minimizza: ‘E’ bene andare avanti ed essere collaborativi’. (Ved. anche Il Sole 24 Ore: ‘Fiammata dello spread a 292 Tria: nervosismo ingiustificato’ – pag. 2)
NOVITA' STUDIO
PARTICOLARITA'
ANNUNCI ECONOMICI
PRIVACY POLICY
link
rassegna stampa novità fiscali scadenze fiscali circolari
| copyright MIRABILE srl | partita iva: 01820300356| site by metaping | admin |